Il blog di una donna per le Donne, dove potete trovare schemi gratis per il filet e per il punto croce. Sono presenti anche le rubriche che riguardano la cucina, il cucito e il ricamo classico. Da non sottovalutare la sezione dedicata al giardinaggio, ai consigli di viaggio e alla lettura. Inoltre la rubrica del fai da te vi offrirà sempre simpatiche idee da copiare e realizzare. Non mi resta che augurarvi "BUONA NAVIGAZIONE"

   

Informazioni sugli schemi a punto croce.

Tutti gli schemi a punto croce creati da Professione Donna, possono essere personalizzati nelle dimensioni. Se ti piace un quadro ma ti sembra che sia troppo grande o troppo piccolo, richiedilo delle dimensioni che ti occorrono e cercheremo di accontentarti. Se vuoi trasformare una tua immagine in schema invia la foto e lo staff si metterà all'opera per te.

Tutti gli schemi "originali" presenti sul blog hanno un costo di 2,00 euro (il più basso del web) e vengono inviati per email appena ricevuto il pagamento.

Inoltre l'offerta del blog prevede il costo di
3 euro per un acquisto minimo di 6 schemi,
5 euro per un acquisto minimo di 10 schemi
10 euro per un acquisto minimo di 20 schemi

Inoltre
Puoi scegliere anche 20 schemi, tra le collezioni presenti sul blog e pagarli 10 euro.

Per prendere accordi serviti del modulo contatti presente nel blog.

Come applicare un inserto a filet su una stoffa

Lavorare un centro a filet non è molto difficile quando si sia acquisita un pò di pratica. La parte più delicata arriva quando vogliamo inserire il nostro lavoro all'interno di un tessuto, il famosissimo inserto, che conferisce  maggiore valore e bellezza alle nostre creazioni. 

Se si tratta di applicare solo una bordura ai margini di un capo la preparazione può essere fatta in due modi diversi. In basso sono illustrate le varie fasi con le immagini e relative spiegazioni.

(Le immagini sono ridotte ma, potete ingrandirle cliccandoci sopra, se visualizzate questo post su un altro sito, e non riuscite a ingrandirle vi consiglio di visitare la pagina originale).

Applicazione bordura metodo 1
questa applicazione è molto semplice e si può usare su tessuti non troppo sottili


Puntate il pizzo a cm 1 circa internamente ai margini del tessuto formando contemporaneamente gli angoli e imbastite con molta precisione
Procedete ora alla esecuzione del punto di attaccatura del pizzo; terminato, tagliate il margine del tessuto in eccedenza con forbici molto taglienti e appuntite.









Applicazione bordura metodo 2
questa applicazione ha la caratteristica di rendere l'applicazione più resistente per cui è usato preferibilmente per tessuti sottili. 

Puntate il pizzo a 1 cm circa internamente ai margini del tessuto, imbastite accuratamente, fate un sottopunto con un filo sottile.
Togliete l'imbastitura, piegate verso il basso il margine del tessuto, procedete ora all'esecuzione del punto di attaccatura del pizzo. Terminato il lavoro tagliate il margine del tessuto in eccedenza con forbici ben appuntite e taglienti.






Come inserire un tramezzo

Se le bordure vengono inserite all'interno del tessuto come tramezzi dovrete prima imbastire i contorni del tramezzo, fermarlo con un sottopunto e infine eseguire il punto di attaccatura. Il tessuto sottostante potrà essere tolto (se il punto di applicazione sarà sufficientemente resistente) utilizzando delle forbici ben appuntite e taglienti. Attenzione a non tagliare l'inserto. 




Ma che cos'è un punto di attaccatura? E come si realizza?
Andiamo per gradi in modo da comprendere bene le varie fasi. 

I punti di attaccatura sono dei punti del ricamo utilizzati nelle applicazioni perchè uniscono bene due tessuti e ornano il lavoro. Si consiglia di usarli per unire pizzi o tessuti sottili. I più utilizzati sono il punto Parigi, il punto maglia, il punto turco, il punto turco quadro e il punto cordoncino. 

applicazione a punto Parigi
applicazione a punto maglia

applicazione a punto turco








 
applicazione a punto turco quadro

 
Applicazione a punto cordoncino
I punti di attaccatura

Il punto Parigi
Punto Parigi
E' uno dei punti più usati nel ricamo di applicazione. Procedete da destra verso sinistra, uscite con l'ago sul diritto del lavoro e puntatelo alcuni fili più sotto facendolo uscire di qualche filo più a sinistra. Tirate la gugliata quindi puntate l'ago nel punto precedente facendo un punto indietro e uscite in diagonale alcuni fili verso l'alto e a sinistra (v. figura).




Il punto maglia
Punto Maglia










Punto turco

Punto turco

Punto turco quadro
Punto turco quadro


Punto cordoncino

Punto cordoncino
Il punto cordoncino si esegue in due tempi: dapprima passate una filza regolare lungo la linea del disegno poi, tenendo all'interno un filo di imbottitura più o meno grosso a seconda del rilievo che volete dare, eseguite il punto cordoncino: procedete da sinistra verso destra lanciando dei punti verticali molto vicini gli uni agli altri che coprano la filza e trattengano l'imobottitura. 





Articoli correlati
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...