Il blog di una donna per le Donne, dove potete trovare schemi gratis per il filet e per il punto croce. Sono presenti anche le rubriche che riguardano la cucina, il cucito e il ricamo classico. Da non sottovalutare la sezione dedicata al giardinaggio, ai consigli di viaggio e alla lettura. Inoltre la rubrica del fai da te vi offrirà sempre simpatiche idee da copiare e realizzare. Non mi resta che augurarvi "BUONA NAVIGAZIONE"

   

Informazioni sugli schemi a punto croce.

Tutti gli schemi a punto croce creati da Professione Donna, possono essere personalizzati nelle dimensioni. Se ti piace un quadro ma ti sembra che sia troppo grande o troppo piccolo, richiedilo delle dimensioni che ti occorrono e cercheremo di accontentarti. Se vuoi trasformare una tua immagine in schema invia la foto e lo staff si metterà all'opera per te.

Tutti gli schemi "originali" presenti sul blog hanno un costo di 2,00 euro (il più basso del web) e vengono inviati per email appena ricevuto il pagamento.

Inoltre l'offerta del blog prevede il costo di 1 euro a schema per un acquisto minimo di 5 schemi, naturalmente ogni schema in più ti costerà solo 1 euro.

Puoi scegliere anche 20 schemi, tra le collezioni presenti sul blog e pagarli 10 euro, in pratica 0,50 centesimi ciascuno.

Per prendere accordi serviti del modulo contatti presente nel blog.

La Turchia


La Turchia è il più esteso tra gli stati europei ed è collocata in una posizione chiave tra Europa e Asia poichè è una tipica area di transizione (geografica, cuturale, religiosa) tra il mondo occidentale che guarda a nord, all'Europa e quello meridionale, volto ad est, verso l'Asia centrale.

La Turchia moderna nasce dalla dissoluzione dell'Impero Ottomano: nel 1920 un gruppo di ufficiali guidati da Mustafa Kemal poi detto Ataturk (in turco" padre della Turchia") rifiutando gli accordi che riconoscevano ampi concessioni territoriali alla Grecia, deposero il sultano Maometto VI, proclamarono la repubblica e ripresero la guerra contro la Grecia fino ad ottenere nuovi confini, più favorevoli.

Ataturk nel 1923 costruì una repubblica laica e moderna, imponendo l'occidentalizzazione del paese (ad esempio nelle scritture, si adottarono i caratteri latini) e incoraggiando l'emancipazione delle donne ( con diritto al voto e l'accesso all'istruzione).

Neutrale per gran parte della seconda guerra mondiale, nel 1945 la Turchia si unì agli Alleati e nel 1952 aderì alla Nato, organizzazione nella quale ha un ruolo importante per la sua posizione strategica.

Anche nel secondo dopoguerra le occasioni di scontro con la Grecia furono numerose, in particolare per il controllo di Cipro e la sovranità su molte isole "greche" che si trovano in prossimità delle sue coste. Dagli anni '90 del Novecento il paese ha cercato di integrarsi sempre più con il resto dell'Europa fino alla richiesta di aderire alla Ue.

La Turchia è uno dei Paesi più belli del mondo, e non solo per la sua "gemma del Bosforo", Istanbul, ma anche per i suoi paesaggi estremamente variati, per le sue coste, eccezionali in più luoghi per la bellezza e la luminosità del cielo, delle rocce, del mare, per gli innumerevoli scavi e zone archeologiche e infine per le sue chiese e moschee medievali. La Turchia merita assolutamente un viaggio a sè, e nemmeno tanto breve, perchè è veramente il caso di spingersi in Anatolia e in Cappadocia e di percorrere la costa sud, che è fra le più belle del Mediterraneo, specialmente fra Alanya (luogo incantevole "fuori dal mondo") e Silifke, località dalla quale si può partire per un'altra meravigliosa escursione nelle montagne dell'interno.

Istanbul è certamente la meta principale, sia per la posizone ineguagliabile sul Bosforo, sia per l'enorme patrimonio artistico e storico. Assolutamente da non perdere e naturalmente da visitare il celebre palazzo-museo di Topkapi, la Moschea Blu, la Cattedrale di Santa Sofia.

Ankara, la capitale moderna, non ha il prestigio della capitale antica, è però una città degnissima di visita, con vecchi pittoreschi quartieri, importanti fortificazioni e l'importantissimo Museo Ittita, dedicato alle più antiche civilizzazioni anatoliche.

Spingendosi verso sud-ovest si arriva a Pamukkala, centro archeologico in bellissima posizione, e si raggiunge la costa mediterranea, disseminata di località storico-archeologiche come Pergamo, Efeso, Didimo, con l'importante Smirne e con luoghi e paesaggi incantevoli. Ma forse è più eccezionale l'escursione verso sud-est che si interna in Cappadocia, in quello che è stato definito, non a torto, il paesaggio più "strano" del mondo. Immaginate una miriade di pinnacoli aguzzi, a forma di coni, di torri, di colonne, di cilindro-coni, di piramidi, con grande varietà di scenari, che sorgono da una terra aspra e tormentata, con qualcosa di lunare.

Già questo spettacolo unico meriterebbe un viaggio, anche da lontano, di per se stesso: ma non basta, innumerevoli pinnacoli sono stati pazientemente scavati all'interno dai primi eremiti del mondo cristiano, i quali vi hanno ricavato incredibili chiesette, che in molti casi conservano l'antica decorazione pittorica.

Punti di partenza per la visita sono Kayseri e Urgup; è assai opportuno provvedersi di una guida (nel senso di accompagnatore) e non avere fretta, ma prolungare la visita il più a lungo possibile. Un'altra zona sensazionale di rocce e di chiese rupestri è la vallata di Peristrema, presso Aksaray e Salima.
Famosissime anche le cascate pietrificate dell'Anatolia.



Articoli correlati:
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...