Il blog di una donna per le Donne, dove potete trovare schemi gratis per il filet e per il punto croce. Sono presenti anche le rubriche che riguardano la cucina, il cucito e il ricamo classico. Da non sottovalutare la sezione dedicata al giardinaggio, ai consigli di viaggio e alla lettura. Inoltre la rubrica del fai da te vi offrirà sempre simpatiche idee da copiare e realizzare. Non mi resta che augurarvi "BUONA NAVIGAZIONE"

   

Informazioni sugli schemi a punto croce.

Tutti gli schemi a punto croce creati da Professione Donna, possono essere personalizzati nelle dimensioni. Se ti piace un quadro ma ti sembra che sia troppo grande o troppo piccolo, richiedilo delle dimensioni che ti occorrono e cercheremo di accontentarti. Se vuoi trasformare una tua immagine in schema invia la foto e lo staff si metterà all'opera per te.

Tutti gli schemi "originali" presenti sul blog hanno un costo di 2,00 euro (il più basso del web) e vengono inviati per email appena ricevuto il pagamento.

Inoltre l'offerta del blog prevede il costo di
3 euro per un acquisto minimo di 6 schemi,
5 euro per un acquisto minimo di 10 schemi
10 euro per un acquisto minimo di 20 schemi

Inoltre
Puoi scegliere anche 20 schemi, tra le collezioni presenti sul blog e pagarli 10 euro.

Per prendere accordi serviti del modulo contatti presente nel blog.

Come esercitarsi con la navetta del chiacchierino: come voltare il lavoro; come effettuare un aggancio

Come voltare il lavoro





Come agganciare gli elementi




Suggerimenti vari

Si unisce un nuovo filo solo al termine di un cerchio o di una
catenella, prima di iniziare il pezzo seguente del motivo.
Un nodo incrociato, illustrato, è un modo efficace di unire due fili.
Lasciare dei capi abbastanza lunghi per poterli  infilare
nel rovescio del lavoro finito. (vedi anche qui come si aggiunge il filo)

L'estremità del filo viene nascosta passandola sotto alcuni
punti, poi rifilando. Usare un ago abbastanza sottile per
passare sotto i punti. Come alternativa, si può eseguire
un sopraggitto sopra le estremità dei fili con del filo
per cucire, in tinta. 

Si rimedia facilmente a uno sbaglio durante l'esecuzione di
un cerchio. Se, invece, è necessario aprire un cerchio
far leva su un filo tra i due punti di un pippiolino, come
illustrato. Altrimenti, il filo deve essere tagliato e poi
riunito dopo aver eliminato l'errore. 

Per evitare confusione, alcune cose da ricordare:
  1. Il filo nella sinistra è quello che risulta evidente; se è annodato, il risultato sarà un cerchio; se è allentato, il risultato sarà una catenella.
  2. Il lavoro procede da sinistra verso destra. 
  3. I fili orizzontali dei nodi sono rivolti verso sinistra, durante, l'esecuzione di un cerchio o di una catenella.
  4. Il termine pippiolino si riferisce soltanto a un anello di filo, non al nodo che lo forma. Il nodo che lo forma viene contato come il primo nodo del seguente gruppo di punti. 
  5. Non abbandonare mai il lavoro a metà di un cerchio o di una catenella; è difficile ritrovare la posizione e la tensione giusta. 

Articoli correlati




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...