Il blog di una donna per le Donne, dove potete trovare schemi gratis per il filet e per il punto croce. Sono presenti anche le rubriche che riguardano la cucina, il cucito e il ricamo classico. Da non sottovalutare la sezione dedicata al giardinaggio, ai consigli di viaggio e alla lettura. Inoltre la rubrica del fai da te vi offrirà sempre simpatiche idee da copiare e realizzare. Non mi resta che augurarvi "BUONA NAVIGAZIONE"

   

Informazioni sugli schemi a punto croce.

Tutti gli schemi a punto croce creati da Professione Donna, possono essere personalizzati nelle dimensioni. Se ti piace un quadro ma ti sembra che sia troppo grande o troppo piccolo, richiedilo delle dimensioni che ti occorrono e cercheremo di accontentarti. Se vuoi trasformare una tua immagine in schema invia la foto e lo staff si metterà all'opera per te.

Tutti gli schemi "originali" presenti sul blog hanno un costo di 2,00 euro (il più basso del web) e vengono inviati per email appena ricevuto il pagamento.

Inoltre l'offerta del blog prevede il costo di 1 euro a schema per un acquisto minimo di 5 schemi, naturalmente ogni schema in più ti costerà solo 1 euro.

Puoi scegliere anche 20 schemi, tra le collezioni presenti sul blog e pagarli 10 euro, in pratica 0,50 centesimi ciascuno.

Per prendere accordi serviti del modulo contatti presente nel blog.

Come dipingere con gli stampini parte seconda

PREPARARE LO STAMPINO
Se utilizzate i fogli di acetato e se il disegno che avete scelto non deve essere ridotto né ingrandito, potete lucidarlo direttamente.

Riproducete il disegno.  
Appoggiate il motivo prescelto su una superficie piatta e sovrapponetevi la carta da lucido (oppure il foglio di acetato). Se si tratta di un disegno su stoffa, mantenete questa ben tesa fissandola su un cartoncino con spilli o nastro adesivo. Quindi ricalcate il disegno con una matita morbida (con un pennarello indelebile su acetato), assicurandovi che i tratti di separazione delle varie parti da ritagliare (i cosiddetti "ponti") siano tutti abbastanza ampi da mantenere unito lo stampino.

Segnate i colori sul lucido
Se il disegno ha diversi colori, riportateli sul lucido con matite o pastelli: serviranno come riferimento quando dipingerete. In ogni caso, conservate sempre il lucido in modo da poter ottenere un nuovo stampino se il primo si dovesse rovinare.

Ricalcare il lucido
Sistemate il lucido sul cartoncino o sull'acetato avendo cura di lasciare un ampio margine attorno al disegno dello stampino. Se i motivi della decorazione finale sono così ravvicinati che gli stampini si sovrappongono (ad esempio in un bordino), includete la parte coperta del disegno sul cartoncino o sull'acetato e usatelo come guida per allineare correttamente tutti gli stampini.

Appoggiate il lucido sul cartoncino inserendo fra i due un foglio di carta carbone, poi fissate il tutto al piano di lavoro con del nastro adesivo. Passate sul contorno del disegno con la punta di un ferro da calza. Togliete lucido e carta carbone e ripassate il disegno rimasto sul cartoncino con un pennarello a punta fine.

Se utilizzate il foglio di acetato appoggiatelo sulla carta da lucido su cui avete tracciato il disegno. Fissate con nastro adesivo e ricalcate con penna indelebile.

Ritagliate il disegno.
Esercitatevi su un pezzetto di cartoncino o di acetato di scarto prima di procedere sull'originale. Appoggiate lo stampino disegnato sul piano di taglio e fissatelo con del nastro adesivo. Usate la taglierina o il coltello a lama retrattile per ritagliare le superfici che saranno dipinte; per i cerchi o i puntini aiutatevi con un punzone o con un ferro da calza sottile. Ritagliate prima le sezioni piccole e ben delimitate e in seguito le zone più grandi, per evitare di indebolire troppo lo stampino. Muovete la taglierina sempre verso di voi, esercitando una pressione uniforme per tutta la lunghezza della linea, in modo da ottenere un taglio preciso e netto. Nel ritagliare le curve  non ruotate la taglierina ma muovete lentamente il piano su cui è fissato il disegno.

Rifinite i bordi
Dopo aver ritagliato il cartoncino lungo il disegno, rifinite i bordi irregolari con la taglierina e smussateli con carta vetrata fine. Se lo stampino dovesse incidentalmente strapparsi, riparatelo applicando del nastro adesivo trasparente su entrambi i lati. Eliminate il nastro in eccesso, accertandovi che non si sovrapponga ali bordi della parte ritagliata.

Tagliate lo stampino
Tagliate il cartoncino o l'acetato a misura, lasciando un bordo di almeno 2,5 cm tutto attorno al disegno, per evitare che lo stampino risulti fragile e poco resistente.

Dipingete
Fissate lo stampino alla superficie da decorare con piccole strisce di nastro adesivo (attenzione, se questa è costituita da carta da parati, è meglio avere l'avvertenza di premere il nastro sull'avambraccio prima di applicarlo, per diminuire il potere adesivo ed impedire che nel rimuoverlo possa rovinare il rivestimento della parete). Immergete solo la punta del pennello apposito nel colore ed eliminate l'eccesso passandolo su un foglio di carta. Quindi applicate il colore sulle parti ritagliate, procedendo dal bordo verso il centro. Se usate diversi colori, non alternateli ma completate tutte le parti della stessa tinta prima d passare a quella successiva, avendo l'accortezza di lasciar asciugare bene la pittura tra una fase e l'altra (potete usare del nastro adesivo per mantenere pulite le singole superfici e chiaramente separate).

Rifinite il disegno
Una volta completate tutte le zone ritagliate, lasciate asciugare per qualche minuto il colore, poi togliete lo stampino, senza farlo scorrere sulla superficie: il colore potrebbe sbavare. Usate un pennello sottile per rifinire i contorni e dare gli ultimi ritocchi al disegno.

Riordinate
Terminato il lavoro, pulite bene tutti i pennelli con l'apposito solvente: acqua per l'idropittura, acquaragia per le pitture a olio. Quindi strofinate gli stampini con uno straccio imbevuto di solvente e riponeteli ben distesi ad asciugare, separandoli con veline o carta oleata.


Leggi anche la prima lezione

Articoli correlati

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...