Il blog di una donna per le Donne, dove potete trovare schemi gratis per il filet e per il punto croce. Sono presenti anche le rubriche che riguardano la cucina, il cucito e il ricamo classico. Da non sottovalutare la sezione dedicata al giardinaggio, ai consigli di viaggio e alla lettura. Inoltre la rubrica del fai da te vi offrirà sempre simpatiche idee da copiare e realizzare. Non mi resta che augurarvi "BUONA NAVIGAZIONE"

   

Informazioni sugli schemi a punto croce.

Tutti gli schemi a punto croce creati da Professione Donna, possono essere personalizzati nelle dimensioni. Se ti piace un quadro ma ti sembra che sia troppo grande o troppo piccolo, richiedilo delle dimensioni che ti occorrono e cercheremo di accontentarti. Se vuoi trasformare una tua immagine in schema invia la foto e lo staff si metterà all'opera per te.

Tutti gli schemi "originali" presenti sul blog hanno un costo di 2,00 euro (il più basso del web) e vengono inviati per email appena ricevuto il pagamento.

Inoltre l'offerta del blog prevede il costo di
3 euro per un acquisto minimo di 6 schemi,
5 euro per un acquisto minimo di 10 schemi
10 euro per un acquisto minimo di 20 schemi

Inoltre
Puoi scegliere anche 20 schemi, tra le collezioni presenti sul blog e pagarli 10 euro.

Per prendere accordi serviti del modulo contatti presente nel blog.

Come si lavora a maglia

Il lavoro a maglia è una delle occupazioni più utili, piacevoli e distensive. Superate le difficoltà iniziali, si può chiacchierare, sorvegliare i bambini, ascoltare la radio, guardare la televisione, senza interrompere il lavoro. I risultati sono di grande soddisfazione perchè i capi che si ottengono son pratici, eleganti e nello stesso tempo economici. Quanto alle difficoltà, non sono poi molte, tutte superabili con un poco di pazienza e di buona volontà. Supponendo di avere queste due virtù, passiamo a scegliere i ...ferri del mestiere.
E in questo caso si tratta veramente di "ferri".

Per lavorare a maglia si possono usare due o cinque ferri. Nel primo caso si useranno ferri lunghi circa 40 cm, con un pomello all'estremità e si otterrà un tessuto piano. Nel secondo caso si adopereranno ferri sensibilmente più corti, con la punta a tutte e due le estremità, e si otterrà un tessuto tubolare: è un tipo di lavorazione molto utile in particolari casi (calze, guanti, maglieria intima). Altro tipo di ferri sono quelli circolari. 







Acquistando i ferri, bisogna non lasciarsi tentare dal fare economia: si devono scegliere i migliori, che saranno perfettamente lisci, leggeri, con la punta slanciata e arrotondata. In commercio se ne  trovano di diverso materiale, sta al nostro gusto personale scegliere quello che più ci piace. Da ricordare solo che i ferri di alluminio sono i più versatili perchè le maglie scorrono più facilmente, sono leggeri e facili da maneggiare,
e, se leggermente colorati, sono gradevoli agli occhi. Il numero del ferro indica in millimetri il diametro dell'ago. Più la lana è sottile, più sottile dovrà essere il ferro, e man mano più grosso a seconda della grossezza della lana.

Ma quali ferri usare per i vari filati di lana? Niente paura, dobbiamo sapere che sulla fascetta dei gomitoli o delle matasse delle lane sono indicati i ferri più adatti per la loro lavorazione. A ogni modo è sempre consigliabile fare un campione del lavoro da iniziare, e sostituire eventualmente i ferri con altri più grossi o più sottili, se non si è ottenuto il risultato desiderato. Questo perchè non tutte le  persone tendono il filo nello stesso modo, per cui con filato e ferri uguali si possono ottenere risultati diversi.

Accessori per il lavoro a maglia-
Esistono molti accessori per il lavoro a maglia, ciascuno ideato per facilitare un certo lavoro. Alcuni arnesi sono indispensabili. Per esempio l'uncinetto e gli aghi da lana e da tappezzeria, le forbici per tagliare i fili che spuntano, gli spilli e il metro a nastro, ecc.. ecc..altri sono utili. Ma vediamo insieme quali sono gli accessori che non devono mancare nel cestino da lavoro.

(clicca sull'immagine per ingrandirla)

Ed ora che abbiamo tutto...ferri e lana...non ci resta che iniziare. 


Nozioni di base per imparare a lavorare a maglia




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...